Terzo Tempo - Terzo Tempo

Terzo Tempo di Flavia Carletti

RSS Feed

Alessandro Troncon, il condottiero azzurro

Troncon_libroI soprannomi per Alessandro Troncon si sprecano. Da quelli ufficiali "castoro" e "Tronky" a quelli che hanno riscosso uno scarso successo come "Tutuca". Fino ad arrivare a quelli che gli ha affibbiato la stampa nei titoli che hanno esaltato le sue tante imprese: "gladiatore", "Ben Hur", "capitan coraggio". Elvis Lucchese per il titolo del libro che racconta i primi 34 anni di vita di questo rugbista di razza, 101 volte in maglia azzurra, ha scelto "condottiero azzurro". Mai definizione si può considerare più azzeccata.

È uscito da qualche giorno in libreria, infatti, il volume “Alessandro Troncon, condottiero azzurro” (Edit Vallardi, 160 pagine, 19 euro). Il libro ripercorre l’avventura sportiva di Tronky, iniziata a 6 anni nel 1979 nei pulcini del Benetton Treviso e finita tra le lacrime allo stadio Geoffroy-Guichard di Saint’Etienne, dopo la partita Italia-Scozia, che il 29 settembre scorso ha messo fine alla sua carriera di giocatore e all’avventura degli azzurri nella Coppa del Mondo di Francia 2007. Il tutto arricchito da più di 100 fotografie, la maggior parte delle quali prese direttamente dall’album di famiglia.

Ci sembra un bel modo per rendere omaggio a un uomo che ha dato tanto al rugby italiano e che, grazie alla nuova carriera da tecnico che si appresta a intraprendere, potrà continuare a dare molto ancora a lungo.