Terzo Tempo - Terzo Tempo

Terzo Tempo di Flavia Carletti

RSS Feed

L’uomo dei passaporti

di Giampaolo Tassinari

Ricordate Butana Khompela, il parlamentare addetto a seguire la "trasformazione sportiva" del Sudafrica? Si, proprio quello che lo scorso luglio 2007 non voleva fare concedere i visti sui passaporti degli Springboks di Jake White perché da lui ritenuti "troppo bianchi" e discriminatori nei confronti di Neri e Coloured? Si, sempre lui, quello che non voleva che i Boks andassero al Mondiale francese perché razzialmente male assortiti… Orbene il Comitato olimpico sudafricano (Sascoc) ha deciso di boicottare Khompela e il suo comitato parlamentare. I dirigenti olimpici sudafricani hanno dichiarato che "non ne possono più delle esagerazioni e dell’abuso di potere di una persona che ha perso qualsiasi limite e coscienza di ciò che può o non può fare". I dirigenti olimpici hanno anche esposto una protesta alla Commissione dei Diritti Umani per le recenti affermazioni di Khompela che ha definito il Sascoc "un insieme di bianchi e indiani che non capiscono la parola TRASFORMAZIONE e che peccano di visione in prospettiva". Il presidente del Sascoc, Moss Mashishi (non un Bianco…), ha dichiarato che "d’ora in poi tratteremo direttamente con il Ministro dello Sport viste le affermazioni razziste di Khompela". Siamo al paradosso: un Black che si comporta da razzista verso le altre razze. Oppure, che ne pensate: che sia il Sascoc che è prevenuto verso Khompela?