Terzo Tempo - Terzo Tempo

Terzo Tempo di Flavia Carletti

RSS Feed

Rugby, anche su La7 i Cariparma Test Match

La7logo La nazionale italiana di rugby torna su La7. Grazie alla firma di un accordo tra Telecom Italia Media (La7) e Sky Italia i Cariparma Test Match verranno trasmessi in diretta anche in chiaro. Quindi gli incontri contro Nuova Zelanda (Milano 14 novembre), Sudafrica (Udice 21 novembre) e Samoa (Ascoli Piceno 28 novembre), saranno visibili sia su Sky Sport che su La7. L’accordo riguarda anche le edizioni 2010 e 2011 del torneo Sei Nazioni. Sky Italia, detentrice in esclusiva per l’Italia dei diritti dell’Rbs 6 Nations, ha ceduto a La7 i secondi diritti per le edizioni 2010 e 2011. Quindi, Sky Sport trasmetterà in esclusiva, in diretta e in Alta Definizione, tutti i quindici incontri del Sei Nazioni. La7, invece, trasmetterà in differita integrale i cinque incontri del torneo che vedranno impegnata la nazionale italiana rugby, con inizio delle trasmissioni subito dopo la conclusione della diretta su Sky Sport.

“La Federazione è lieta di poter proporre ai sempre più numerosi appassionati di rugby una copertura multipiattaforma tanto dei Cariparma Test Match del prossimo mese di novembre che del torneo delle Sei Nazioni, due momenti di capitale importanza per la Fir e la nazionale. Siamo felicissimi di proseguire nel nostro rapporto di collaborazione con La7 che, dal 2004 a oggi, con la trasmissione in chiaro del torneo, ha garantito un apporto fondamentale alla crescita del rugby nel nostro Paese. Siamo altresì molto felici di avviare questa nuova collaborazione con Sky Italia, che già nel recente passato è stata vicina al nostro movimento contribuendo in modo significativo alla crescita di visibilità del Campionato Super 10 e garantendo la copertura integrale della Rugby World Cup 2007. La trasmissione in diretta di tutto il Sei Nazioni potrà offrire una nuova dimensione alla popolarità del rugby italiano e va a completare la copertura di grande rugby che Sky Italia garantisce ai sostenitori del nostro sport”, ha commentato il presidente della Federazione italiana rugby, Giancarlo Dondi.