Terzo Tempo - Terzo Tempo

Terzo Tempo di Flavia Carletti

RSS Feed

Rosso da record nel 2009 per la federazione rugby della Nuova Zelanda

Anche gli All Blacks piangono. E quest'anno sono un po' più poveri. Nonostante i successi nell'ultimo tour europeo e la riconquista della prima posizione nel ranking mondiale, i conti della federazione neozelandese non quadrano. Nel 2009 la New Zealand Rugby Union (Nzru) ha chiuso con un rosso di 15,9 milioni di dollari neozelandesi, pari a circa 11,28 milioni di dollari. A provocare la forte perdita, tra l'altro, la crisi economica internazionale, l'aumento degli infortuni dei giocatori e le spese per l'organizzazione della Coppa del mondo di rugby 2011 che sarà ospitata dalla Nuova Zelanda. Dopo il profitto di 366mila dolari neozelandesi nel 2008, il conto 2009 rappresenta una drammatica battuta d'arresto. Ad ogni modo, la posizione finanziaria della federazione è forte, tuttavia, ha dichiarato il ceo della Nzru, Steve Tew, "non si può spendere più di quanto guadagnamo" e per questo "le priorità per il 2010 sono l'aumento dei ricavi e la gestione dei costi". Nonostante la perdita, comunque, sono arrivate anche buone notizie per la federazione neozelandese, la Sanzar (South Africa New Zealand and Australia Rugby Unions) ha firmato un contratto da 437 milioni di dollari per i diritti tv del Super rugby e del Tri-Nations per il periodo 2011-2015.